NEWS
2018
CONTRATTO ENERGIA E PETROLIO - Presentata ipotesi di piattaforma per il rinnovo 2018 – 2021
08/11/2018

È stata presentata all’assemblea nazionale di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi a Roma, l'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto del settore energia e petrolio (oltre 37.000 i lavoratori interessati), in scadenza il 31 dicembre 2018. Ora la parola spetta alle assemblee dei lavoratori per consentire l'avvio delle trattative – presumibilmente a gennaio – con Confindustria Energia, l'associazione imprenditoriale di riferimento, alla quale è già stata inoltrata la lettera di disdetta.

La richiesta di aumento salariale dei sindacati per il triennio 1° gennaio 2019 - 31 dicembre 2021 farà riferimento all’accordo interconfederale, siglato il 9 marzo scorso, che prevede la conferma dei due livelli di contrattazione, quello nazionale (TEM e TEC) e quello integrativo aziendale.
Per quanto riguarda il TEM (trattamento economico minimo), questo dovrà essere realizzato riconoscendo l’aumento del costo della vita nel triennio, attraverso l’indice IPCA collegato al salario di riferimento. Il TEC (trattamento economico complessivo) si riferirà, invece, ai positivi indicatori di andamento del settore.

“Questa è una richiesta coerente – dicono i rappresentati di Filctem, Femca, Uiltec – col contesto economico generale nel quale si colloca questo rinnovo, che evidenzia una ripresa industriale nel settore, in progressivo consolidamento, che ci offre uno scenario più positivo e di migliori aspettative nelle quali collocare le nostre mirate rivendicazioni. Gli stessi margini di raffinazione stanno producendo risultati soddisfacenti”.

Sul versante del welfare la richiesta è di potenziare la previdenza complementare (Fondenergia) richiedendo l’aumento del contributo datoriale con l’ipotesi di un aumento maggiorato per i giovani, che risultano più penalizzati dalle varie riforme pensionistiche.

Sul tema della salute e sicurezza, tra le richieste, emerge quella di prevedere una figura di RLSA, un responsabile di sito, a capo di un coordinamento dei RLSA delle aziende insistenti nell’area, comprese le imprese in appalto, per le quali vanno previste specifiche agibilità sindacali, per la sicurezza interna ed esterna alle aziende, dei lavoratori, del territorio e delle produzioni.

Per quanto riguarda l’occupazione, soprattutto giovanile, e il mercato del lavoro, l’attenzione dovrà indirizzarsi verso la lotta alla precarietà attraverso l’inserimento di vincoli all’utilizzo degli strumenti di flessibilità in entrata, privilegiando i contratti di apprendistato professionalizzante e condividendo percorsi di accrescimento professionale. Nelle intenzioni anche la creazione di un terzo, nuovo fondo destinato al sostegno al reddito e finalizzato alla gestione dei processi di innovazione, riorganizzazione e riqualificazione aziendale. 

LAVORATORI ARTIGIANI - In Cisl Lombardia il "Camper della salute" di San.Arti
09/11/2018

Fa tappa anche in Lombardia in queste settimane il Camper della salute, campagna di prevenzione straordinaria lanciata da San.Arti, il fondo sanitario integrativo dei lavoratori e dei titolari di aziende artigiane. In Lombardia sono oltre150mila gli iscritti. 

Obiettivo della campagna è coinvolgere tutte le aziende artigiane con più di 15 dipendenti: più di 1700 aziende in Lombardia, per circa 35.000 dipendenti.

Martedì 13 novembre l’unità mobile per la prevenzione cardiovascolare fa tappa in Cisl Lombardia, in via Vida 10 a Milano. Un’occasione per illustrare i dettagli della campagna di prevenzione San.Arti. 
Sarà presente il nuovo direttore di San.Arti, Federico Ginato, che alle ore 12 incontrerà i giornalisti.

RICERCA DI PERSONALE - Manutentore
13/11/2018

I candidati interessati possono inviare la propria candidatura all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, specificando nell'oggetto il riferimento indicato.


MANUTENTORE

Per conto Importante Azienda del settore alimentare con sede in zona sud est di Milano, seleziono un manutentore con esperienza.

Ruolo: 

Il candidato farà riferimento al caposquadra e si inserirà in un gruppo di manutentori con i quali svolgerà su turni le attività di manutenzione ordinaria, straordinaria e preventiva, risolvendo anche autonomamente le problematiche relative al funzionamento degli impianti produttivi.

Si relazionerà con gli enti produttivi, con i quali organizzerà cambi formati, attrezzaggio, messa a punto, start up delle linee produttive e delle linee di confezionamento.

Dovrà svolgere attività d’officina, eseguendo riparazioni di carattere meccanico, utilizzando attrezzature come tornio, fresa e saldatrici tig.

Requisiti:

Diploma o specializzazione d’indirizzo tecnico meccanico.

È necessario aver maturato esperienza in analoga mansione ed è gradita la provenienza da aziende del settore alimentare, chimico, farmaceutico o cosmetica.

Sono richieste competenze in ambito pneumatico e la conoscenza di macchine con automatismi di tipo pneumatico; è gradita la conoscenza degli impianti tipici delle aziende alimentari: dosatrici volumetriche, nastri trasportatori, freezer, macchine confezionatrici, macchine cartonatrici.

Si offre contratto con orario a turni (due turni, eccezionalmente la notte), con la disponibilità ad operare anche il sabato mattina.

Opportunità con prospettive a lungo termine.

RIF. manutentore

FONDO PRIMA CASA - Allarme Adiconsum: "E' agli sgoccioli"  
19/11/2018

(Teleborsa) - "L'operatività del Fondo prima casa, istituito nel 2013 con una dotazione di 600 milioni di euro, sta terminando le proprie disponibilità finanziarie". L'allarme viene lanciato da Danilo Galvagni, Vice Presidente di Adiconsum nazionale, dopo che nella Manovra varata poche settimane fa dal Governo non è stato previsto il rifinanziamento del fondo.

Pochi giorni fa l'ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha reso noto, nel corso di un'audizione alla Camera del suo direttore generale Giovanni Sabatini, che le risorse sono in via di esaurimento e termineranno entro dicembre 2018. Il fondo prevede la concessione di garanzie a prima richiesta su mutui, dell'importo massimo di 250 mila euro, per l'acquisto di unità immobiliari da adibire ad abitazione principale del mutuatario. Gestito da Consap, ha permesso di erogare 90.170 mutui per un valore di circa 10,1 miliardi di euro, favorendo soprattutto giovani coppie e under 35. 

"Il Fondo ha rappresentato la tutela sociale per persone che avrebbero avuto difficile accesso al credito. Come Adiconsum, auspichiamo il rifinanziamento del fondo" ha proseguito Galvani. Secondo l'Associazione dei consumatori è altresì necessario allargare la disponibilità delle risorse "al maggior numero di cittadini, aumentando la spesa utile per acquisto e ristrutturazione della casa, oltre alla riqualificazione energetica". "La soluzione - conclude Galvagni - è chiedere al Governo di aprire un confronto tra i vari soggetti per omogeneizzare le regole e aumentare l'opportunità da offrire ai cittadini consumatori". 

Da Il Messaggero.it

SCUOLA, UNIVERSITA', RICERCA - 26 novembre a Sesto S. Giovanni, assemblea delegati regioni del Nord con Furlan
21/11/2018

Cgil Cisl e Uil Lombardia hanno dato il via a una campagna di presentazione e confronto con le lavoratrici e i lavoratori sulle proposte, contenute in un corposo documento, con le quali le confederazioni chiedono l’apertura di un confronto col governo sulla manovra economica.

Lunedì 26 novembre, al Grand Hotel Barone di Sassj a Sesto San Giovanni (Mi), si terrà l’assemblea unitaria organizzata dai sindacati di categoria della scuola, università e ricerca, Flc Cgil, Cisl Fsur, Uil scuola Rua per le regioni del Nord Italia: Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto.

Programma

ore 10 presentazione a cura di Tobia Sertori, segretario generale Flc Cgil Lombardia

Interventi:

Pino Turi, segretario generale Uil Scuola Rua

Francesco Sinopoli, segretario generale Flc Cgil

Lena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola Fsur

Interventi delegati Rsu

Conclusioni: Annamaria Furlan, segretaria generale Cisl
 

VERSO LE ELEZIONI EUROPEE -  In Cisl Lombardia incontro con Nannicini, Salini,Colombini
29/11/2018

In vista delle prossime elezioni per il rinnovo dell'Europarlamento, la Cisl Lombardia organizza una seri di incontri di approfondimento sulle tematiche economiche e sociali. Si comincia lunedì 3 dicembre, dalle 9.30 presso la sede regionale di via Vida 10 a Milano, con l'appuntamento “Crisi economica, diritti sociali e sviluppo sostenibile in Europa”.

Ai lavori, coordinati da Paola Gilardoni, segretario regionale Cisl Lombardia, interverranno: Tommaso Nannicini, senatore Pd e professore di Economia all’università Bocconi, Massimiliano Salini, europarlamentare Fi e componente della Commissione Industria ed energia, Ugo Duci, segretario generale Cisl Lombardia, e Angelo Colombini, segretario confederale Cisl.

RICERCA DI PERSONALE - Fresatore CNC
30/11/2018

I candidati interessati ed in possesso dei requisiti possono inoltrare la propria candidatura all'indirizzo cesil@cesilmilano.it, specificando nell'oggetto il riferimento indicato.

FRESATORE CNC

Per conto Azienda del settore metalmeccanico con sede ad Opera, seleziono un fresatore CNC esperto, che, in base al disegno meccanico, sia in grado di programmare la macchina, eseguire la lavorazione, fare il controllo qualità. Si richiede la conoscenza dei linguaggi Fanuc, Mazac e Heidenhain. Attività lavorativa con orario a giornata. Inserimento con prospettive a lungo termine.

RIF. Fresatore CNC
 

SICUREZZA SUL LAVORO - ENI, istituito il rappresentante dei lavoratori di sito produttivo
27/11/2018

Armonizzare i livelli di sicurezza nei diversi siti industriali di Eni, consentendo così di garantire le stesse condizioni di lavoro a tutti gli addetti, diretti e indiretti, impegnati nei vari stabilimenti. È l’obiettivo che si sono posti Eni e i sindacati di categoria con l’accordo che istituisce l’Rlsa di sito produttivo, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza e Ambiente.

“Nonostante Eni sia tra le società di settore con le migliori performance in tema di infortuni – spiega Nora Garofalo, Segretaria generale della Femca-Cisl – intendiamo ugualmente impegnarci sul fronte della sicurezza sul lavoro, uno dei pilastri per garantire la dignità del lavoro. L’accordo – spiega – prevede l’applicazione di tecnologie digitali e apparati di ultima generazione attraverso l’utilizzo di dispositivi di protezione individuali “intelligenti”, per aumentare la sicurezza dei lavoratori e incrementare ulteriormente l’efficacia e la tempestività delle procedure di emergenza e soccorso. Nel 2018 le sperimentazioni già avviate nei siti di Ferrera Erbognone e Sannazzaro De’ Burgondi (Pavia), Viggiano (Potenza) e Brindisi hanno dato ottimi risultati, grazie ad un sistema di Smart Safety che garantisce la sicurezza dell’operatore, ma evitandone il controllo a distanza dell’attività.

L’accordo sottoscritto – spiega Garofalo – ci consente a partire da marzo 2019 di estendere a tutti i siti l’istituzione del Rappresentante HSE (Health-Safety-Environment) individuato tra i lavoratori Eni o tra quelli di società controllate che già si occupano di sicurezza. Tra i compiti dell’Rlsa, che sarà una sorta di coordinatore di tutti i responsabili di sito, ci sono quelli di accedere ai luoghi di lavoro, visionare i documenti di valutazione dei rischi, verificare gli adempimenti in materia di formazione, promuovere misure di prevenzione e protezione dei lavoratori e segnalare situazioni di rischio.

Un segnale fortissimo – conclude il segretario generale della Femca – che interessa decine di migliaia di lavoratori e che conferma l’impegno dei sindacati e dell’azienda sui temi della prevenzione e della partecipazione, ponendo il settore all’avanguardia nel panorama economico italiano”.
 

2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012